venerdì 23 febbraio 2024

L' invito

L' invito
Indossava un vestito semplice. Era lei che lo avrebbe reso elegante. Aveva scelto l’abbigliamento con cura, come si fa ad un primo appuntamento. Niente preziosità. Solo raffinati ornamenti, perché la bellezza che intendeva esibire in quell’ incontro era interiore, e andava solo discretamente accompagnata. 

Mentre si preparava, ripensava a come fosse giunta ad accettare il suo invito. Non era un timore, bensì la dolce rievocazione di un percorso. Non si erano mai incontrati, ma ormai le sembrava di conoscerlo. La fitta conversazione che da mesi intercorreva attraverso i social era nata dalla curiosità per una sensibilità e un’attenzione alla vita non comuni. Gli argomenti di cui lui trattava, e i modi in cui ne scriveva, le avevano fatto considerare accettabile l’inizio di una corrispondenza privata. Ora che stava vestendosi prima che passasse a prenderla, comprendeva con vivida chiarezza quanto ogni suo messaggio fosse stato un irresistibile invito a disvelare qualcosa di sé, con lenta ed elegante gradualità. 

Le parole di quegli scambi fitti ed intensi, che spesso si inoltravano fino a tarda sera, riecheggiavano nella sua anima. La trasportavano con grazia in volo verso le vette più candide ed immacolate, per poi ridiscenderne vertiginosamente sfiorando le ripide pareti e dispiegando infine le ali per planare a valle dolcemente.
C’era, in quell’ attesa, la trepidazione per un incontro che trasformava un’amicizia virtuale in realtà, ed insieme la paura di una delusione che avrebbe fatto svanire tutta la magia. 

Le aprì la portiera dell’auto vestito in blu scuro. Un fazzoletto nel taschino in tinta con la camicia. Era senza cravatta, e lei la trovò un’ottima scelta; meno formale, e sempre meglio della cravatta allentata che fa “finto trasandato”. 
La sua voce era calda, e lui la usò con ironia per oltrepassare con eleganza quell’istante di imbarazzo che rivelava il contrasto tra l’intimità e la profondità delle loro conversazioni e la assoluta mancanza di abitudine alla presenza fisica. 

Il ristorante era a piccole salette e lumi di candele. Lo aveva scelto per farla sentire al centro della sua attenzione. Per poter ascoltare la melodia della sua voce. Per riempirle il calice e alimentare la conversazione in modo ironico e brillante. Cercava i suoi occhi. E quando questi si illuminavano e sul suo volto sbocciava uno splendido sorriso, si sentiva come perduto nella gioia. 

Sentiva, allora, quel che succede ai cuori che temono di spezzarsi ancora e sopravvivono riarsi, ma rifioriscono rigogliosamente quando ritrovano la loro sorgente. E l’armonia del mare che, ingrossato dai venti, ruggisce e si avventa contro la costa, ma all’alba quietamente lambisce la spiaggia con una dolce risacca.

___________________________________
Giorgio Alessandrini, 11 aprile 2023

Visualizzazioni: 728
Commenti
    • 03/05/2023 07:09:44 Cate Dice
    • Ho adorato subito questo racconto , per come riesce a trasmettere gli stati d''animo e a cogliere l'essenza.
    • Voto
      5
Inserisci un commento
Commento
Nickname
Voto
Nessuno 1 2 3 4 5
Codice di controllo
Digita il codice di controllo
Digita il codice di controllo


Voto
5
Pagine correlate
  • Carboni ardenti
    Le perdite arricchiscono sempre, ma non subito. All’inizio svuotano, bruciando entusiasmo ed energie che si disperdono senza scaldare. Col tempo lasciano braci e fertilità. A me la vita ha insegnato ad ascoltare il mio silenzio interiore.
    Pubblicata il:14/01/2022
    Voto
    5
    Commenti
    0
  • Diluvi
    La pioggia era così intensa e scrosciante che copriva il rumore del passaggio delle poche auto nella via. Era una sera fredda, che invitava al tepore e alle letture in poltrona. Si affacciò alla finestra e guardò fuori. Le gocce grosse e pesanti
    Pubblicata il:16/12/2020
    Voto
    5
    Commenti
    0
  • Esperienze
    Dedicato alle persone che ci hanno fatto crescere
    Questa notte ritardo al mio appuntamento con le ore del silenzio. Un silenzio che simula quiete ed invece è tuono, e pioggia scrosciante, e vento, e tempesta...
    Pubblicata il:17/11/2015
    Voto
    5
    Commenti
    2
  • Incanti d'estate
    Erano le due e il paese ormai dormiva. Davanti allo specchio si passava lentamente il latte detergente sul viso, cercando di placare in una routine ripetitiva il tumulto di emozioni e sentimenti contrastanti che la stavano dilaniando.
    Pubblicata il:21/07/2021
    Commenti
    0
  • Incontri
    Un marito scelto presto, da ragazza. Anni intensi di condivisione ora si consumavano nei silenzi e nella distanza delle anime, come la fiammella di una candela alla fine. Ogni cosa sembrava allontanarli. L’intensità delle professioni,
    Pubblicata il:18/03/2021
    Voto
    5
    Commenti
    0
  • L' attenzione
    In mezzo a voragini di banalità, brillavano nei social alcune gemme tra paesaggi grigi e noiosi. Disarmanti sorrisi che nascondevano un dolore. Occhi pieni di energia e passione che rivelavano la voglia del prepotente ritorno alla vita.
    Pubblicata il:25/01/2023
    Commenti
    0
  • La cartolina
    Equivoci della tecnologia
    Racconto surreale degli equivoci in cui si può incorrere nell'era digitale.
    Pubblicata il:06/11/2021
    Voto
    5
    Commenti
    1
  • La forza di reagire
    Il dolore del distacco aveva scisso la sua vita in due. Una proseguiva nel mondo, forte e combattiva. L’altra rifuggiva la folla e si rintanava nel buio dell’anima
    Pubblicata il:13/05/2021
    Commenti
    0
  • La verità, vi prego, sull'amore...
    Si accomodò sulla poltrona accanto. La lampada a stelo orientata verso di lui ne illuminava la figura ma non il viso, che tuttavia aveva intuito serio e riflessivo. - Papà, dimmi qualcosa di vero sull’amore - sussurrò lentamente
    Pubblicata il:02/11/2023
    Commenti
    0
  • Letture
    La lampada a stelo aveva un paralume a tronco-cono, stretto in alto e largo alla base. Il tessuto era spesso, ma con l’interno chiaro. L’effetto era quello di una luce calda e accogliente proiettata sulla comoda poltrona in pelle anticata, e la sem
    Pubblicata il:21/05/2023
    Voto
    5
    Commenti
    0
  • Magma
    Due panche e un tavolo di legno sotto gli alberi accanto ad un piccolo cimitero sulle colline, tra i latrati di un cane lontano e il frinire delle cicale. Vi passava ore scrivendo freneticamente su un quaderno a righe.
    Pubblicata il:04/09/2021
    Voto
    5
    Commenti
    0
  • Notte in barca
    La dolcezza di sentirsi in un altro cuore
    La giornata era stata limpida e intensa. Usciti dal riparo della baia, un vento teso e sferzante muoveva un mare che non era agitato, ma avrebbe reso il giro a vela impegnativo e non rilassante. Tuttavia, le condizioni non erano preoccupanti, e l’e
    Pubblicata il:09/08/2023
    Voto
    5
    Commenti
    0
  • Notti
    Avvolti nel buio silente, sfiniti si volgono al varco che apri imperiosa ogni notte, vincendo le ultime forze.
    Pubblicata il:20/07/2020
    Voto
    5
    Commenti
    0
  • Notti in Namibia
    L'immensità dell'universo parte da noi
    Più la osservava, e più quell’immensa cicatrice del firmamento gli sembrava una porta d’accesso per l’universo. La mente si spalancava alla luce. Le idee, che nel buio cittadino soffrivano costrette e confuse in spazi angusti, ora si distanziavano...
    Pubblicata il:26/10/2019
    Voto
    5
    Commenti
    0
  • Notti insonni
    Come la pioggia, evapora sulle braci ardenti e vola nel vento...
    Pubblicata il:25/10/2016
    Voto
    5
    Commenti
    0
  • Orbite notturne
    Le loro vite avevano ripreso ritmi diversi. Restava lo sconvolgimento dell'istante in cui le anime si erano passate accanto. L'impetuoso innalzarsi delle maree del cuore. Le parole che come onde gigantesche pervadevano le menti, penetrandole e
    Pubblicata il:13/09/2017
    Voto
    4
    Commenti
    0
  • Pensieri nella notte
    Ci sono notti in cui il cuore sprofonda in tunnel silenziosi e bui, dove scorrono torrenti di parole che vorresti raccogliere con le braccia, perché al mattino non ci saranno più, ma sono come l'acqua e non riesci a trattenerle. E sorvoli su un do...
    Pubblicata il:21/04/2017
    Voto
    5
    Commenti
    0
  • Recensioni: Cambiare l'acqua ai fiori
    Recensioni: Cambiare l’acqua ai fiori Valérie Perrin, edizioni e/o. Josephine Hart aveva scritto: chi ha subìto un danno è pericoloso, sa di poter sopravvivere. Valérie Perrin racconta le conseguenze del dolore dal cuore della protagonista. Un viag
    Pubblicata il:12/10/2021
    Commenti
    0
  • Recensioni: Il mio nome è due di picche
    Un noir ben scritto e di compagnia per le vacanze estive
    La presentazione del libro di Sandra Bonzi a Travo è stata simpatica e brillante, come spesso avviene quando le intelligenze sono al servizio dell’arguzia. Proveniente dal giornalismo, ma contigua anche al mondo dello spettacolo e del cinema...
    Pubblicata il:17/07/2023
    Voto
    4
    Commenti
    1
  • Reparti dell'amore
    Nella vita, c’è chi trova un senso nella stabilità. Del luogo in cui vive, del lavoro, dell’amore, degli affetti. Il pensiero di essere circondato dalle cose che ama lo rassicura, e rappresenta le fondamenta su cui costruire il proprio futuro.
    Pubblicata il:01/11/2020
    Voto
    5
    Commenti
    0
  • Ritorni
    Rincontrare noi stessi, per come eravamo.
    Tornava, di tanto in tanto. Di notte, senza preavviso. Entrava in sogni senza trama...
    Pubblicata il:13/10/2013
    Voto
    5
    Commenti
    2
  • Sensualità
    Quando immagino la sensualità dell'amore, essa ha la luminosità dei tuoi occhi, la fragranza della tua voce, l'erotismo della piega delle tue labbra. Ha le piccole imperfezioni dei nostri corpi vissuti, proprio per questo ancora più belli e natu
    Pubblicata il:04/08/2021
    Voto
    5
    Commenti
    1
  • Sentieri
    Riconosceva i rifugi a distanza. Aveva imparato quando gli erano necessari e quando doveva proseguire. Altri, invece, erano sempre con sé.
    Pubblicata il:08/02/2021
    Commenti
    0
  • Silenziose presenze
    Le voci dei cari, i preparativi gioiosi, l’armonia della festa e della comunione rendevano ancora più presente e impetuosa nel cuore un’altra comunione, intima e segreta, inviolabile anche dagli affetti più stretti. Una nuova dimensione in cui scop
    Pubblicata il:24/12/2020
    Commenti
    0
  • Tramonto sull’oceano atlantico
    Sera del 22 maggio
    All’orizzonte, una striscia di nuvole dove il sole muore...
    Pubblicata il:22/05/2022
    Commenti
    0
  • Una giornata particolare
    Aveva accolto l’invito per due giorni di mare come una liberazione. Il desiderio di evadere da quella cappa di tristezza e timore, che aveva invaso la città come una nebbia nel cuore...
    Pubblicata il:11/09/2020
    Voto
    5
    Commenti
    0
  • Una voce che ci scopre e denuda
    Quale sete plachiamo quando incontriamo una voce che penetra la nostra anima e si addentra velocemente nei suoi più nascosti meandri come se ne avesse le chiavi
    Pubblicata il:10/12/2020
    Voto
    5
    Commenti
    0

Giorgio Alessandrini

Analista dati delle politiche per il lavoro per la Regione Emilia-Romagna. Ex funzionario amministrativo di INA-Assitalia, poi Generali. Appassionato delle vette e del mare; di emozioni; della vita. E di politica come strumento di risoluzione dei problemi reali.

© Giorgio Alessandrini 2017
powered by Infonet Srl Piacenza
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK
- A +