martedì 23 aprile 2024

Una giornata particolare

Una giornata particolare
Dopo mesi di clausura e di animo cupo per la pandemia, aveva accolto l’invito al mare come una liberazione. Il desiderio di evadere da quella cappa di tristezza , che aveva invaso la città come una nebbia nel cuore, era così forte che visse il viaggio come una strada verso la serenità. Finalmente un po’ di mare, di sole e gente allegra.

Le mise a disposizione la stanza con la vetrata. Subito guardò fuori, per riempirsene gli occhi e il cuore: il giardino, la vista sul mare... Lo aiutò mettere le lenzuola pulite, poi si cambiarono e scesero per una passeggiata sul lungomare e un giro per negozi.

Era gentile e attento, affinché lei si sentisse gioiosa di aver accettato. Si fermarono davanti a una vetrina con un abito che le piaceva, e lui la invitò a provarlo. Era un vestito chiaro, tipicamente estivo; fasciante ma non volgare, e le stava d’incanto. La guardava giocare con le prove allo specchio con un sorriso sgombro dai giorni cupi, e fu lieto di averla invitata. Chiese alla commessa di portare scarpe infradito basse in tema col vestito. Scelte quelle adatte, fece i complimenti alla commessa e confermò che stava benissimo. Era già un po’ abbronzata per la piscina, e il vestito risaltava sulla carnagione. La trovava splendidamente seducente: sorridente e luminosa, e in perfetta forma. Cercò di essere un gentleman e di non far notare il suo pensiero, ma la troppa perfezione lo tradì. Lei se ne accorse. Non disse nulla e ne sorrise lusingata. Rimase un po’ indecisa sul doppio acquisto, ma lui fugò ogni dubbio pensando a tutto.

Cenarono tardi in un locale sul mare, raccontandosi il tempo lontani e i progetti per il futuro.

Al rientro le lasciò la precedenza per sistemarsi, le diede la buonanotte e passò in camera sua a leggere un po’ di lavoro prima di addormentarsi.

Lei socchiuse la porta della stanza, infilò la camicia da notte e si sedette nel letto a guardare dalla vetrata aperta. Il paesino con le facciate in stile. Il campanile illuminato. Il riflesso della luna sul mare. Insieme al senso di liberazione da giorni bui, si affollavano i ricordi legati a quella vista e a quella stanza. Un sottile pensiero la sfiorò, poi subito si disse che i ricordi restano magici se non si cerca di ripeterli, perché spesso la ripetizione non è mai uguale alla prima volta.
Si infilò sotto il lenzuolo e cercò di non pensarci...

Aveva lasciato la vetrata scorrevole aperta. Guardava fuori e sentiva il rumore del mare e le campane che segnavano l’ora. Non aveva sonno e nell’animo il gusto di quella giornata piacevole. Sorrise ripensando alla signorilitĂ  con lui aveva cercato di nascondere quell’istante di desiderio mentre lei provava il vestito. Pensò che un’altra probabilmente non se ne sarebbe neanche accorta. Ma lei lo conosceva. Sapeva come la guardasse celandolo dietro a una grazia e gentilezza ormai rare e che, tra i suoi mille pensieri, quando si affacciava il pensiero di lei, gli altri era come se si ritirassero velocemente. 

Seguendo il filo di questi pensieri, si sfilò la camicia da notte e si coprì col lenzuolo. Si sorprese di quel che aveva fatto. Si chiese se i suoni e i profumi di quella stanza sul mare, e l’atmosfera di quella notte di luna la portassero a desiderarlo. Ripensò a quell’istante nel negozio e lo considerò come un seme che sarebbe potuto germogliare. E se non fosse stato così, pazienza. La giornata era stata ugualmente stupenda. 

Sollevò i cuscini in modo che le alzassero il busto e le permettessero di guardare dalla vetrata. Si accertò che il seno fosse coperto da lenzuolo. Quando la porta si aprì, un brivido la percorse. Avrebbe dovuto dirgli che quell’entrata non era nei patti, ma tacque e lo sentì stendersi sul fianco alla sua destra. Lui avvicinò la sua bocca, e la baciò con dolcezza…

__________________________________
Giorgio Alessandrini, 11 settembre 2020

Visualizzazioni: 2071
Inserisci un commento
Commento
Nickname
Voto
Nessuno 1 2 3 4 5
Codice di controllo
Digita il codice di controllo
Digita il codice di controllo


Voto
5
Pagine correlate
  • 7 luglio...
    Ci misuriamo tutta la vita con il mistero dell’amore. Con le grandi e travolgenti passioni e gli strazianti e laceranti distacchi
    Pubblicata il:09/07/2019
    Voto
    5
    Commenti
    2
  • Arrampicate interiori
    Raggiungere le vette
    Uno scalatore si riconosce dalle mani...Viene da lontano. Da luoghi per lo piu' inaccessibili all'uomo comune.
    Pubblicata il:20/04/2019
    Voto
    5
    Commenti
    1
  • Arricchirsi dello stare insieme
    Finita la cena si allungavano...
    Pubblicata il:15/01/2015
    Voto
    5
    Commenti
    0
  • Bollicine
    Come bollicine che lentamente si distaccano e risalgono verso la superficie, i ricordi affioravano alla sua mente per disperdersi...
    Pubblicata il:23/06/2014
    Commenti
    1
  • Buon 2020!
    Il crepitìo dei sassi sulla battigia risucchiati dalla risacca dell’onda che si ritrae, mentre osserviamo l’orizzonte del mare: ci sono istanti in cui ci troviamo di fronte a noi stessi, alle nostre virtù e alle ancor più numerose debolezze...
    Pubblicata il:31/12/2019
    Commenti
    0
  • Buon 2021
    La vita di relazione non è solo un diletto, bensì una necessità imprescindibile dell’animo umano. Un bene prezioso di cui avere rispetto e cura quotidiana
    Pubblicata il:01/01/2021
    Commenti
    0
  • Camera con vista
    Erano giorni in cui si sentiva stanca e stressata. Nessun malessere. Solo le mille piccole sollecitazioni del quotidiano a cui prestare attenzione e cura. Il lavoro sempre uguale e tiratissimo. La casa da mandare avanti. Una figlia che guardava sbo
    Pubblicata il:13/05/2019
    Voto
    5
    Commenti
    0
  • Campo di mais
    Era stupita dal luogo in cui l'aveva portata prendendola per mano. Rapita dal silenzio che lasciava spazio al suono delle cicale, ai latrati di un cane lontano, ai loro respiri, alle parole sussurrate...
    Pubblicata il:07/07/2015
    Voto
    4
    Commenti
    0
  • Carboni ardenti
    Le perdite arricchiscono sempre, ma non subito. All’inizio svuotano, bruciando entusiasmo ed energie che si disperdono senza scaldare. Col tempo lasciano braci e fertilità. A me la vita ha insegnato ad ascoltare il mio silenzio interiore.
    Pubblicata il:14/01/2022
    Voto
    5
    Commenti
    0
  • Carrozze
    In ogni fiaba che si rispetti esiste una carrozza
    Pubblicata il:07/07/2017
    Voto
    5
    Commenti
    1
  • Custodisco emozioni
    Non colleziono cose. Custodisco emozioni.
    Pubblicata il:26/05/2013
    Voto
    5
    Commenti
    0
  • Diluvi
    La pioggia era così intensa e scrosciante che copriva il rumore del passaggio delle poche auto nella via. Era una sera fredda, che invitava al tepore e alle letture in poltrona. Si affacciò alla finestra e guardò fuori. Le gocce grosse e pesanti
    Pubblicata il:16/12/2020
    Voto
    5
    Commenti
    0
  • Distacchi
    Si chiedeva da quanto tempo il cuore di lei non fosse piĂą in quella stanza
    Guardava l'orizzonte e lo sentiva nella sua carne dilaniata...
    Pubblicata il:24/07/2013
    Voto
    4
    Commenti
    0
  • Distanza
    Quando ci pensava, e lo faceva spesso, si chiedeva quanto il desiderio della sua voce e del calore della loro comunione fosse alimentato dalla lontananza
    Pubblicata il:04/06/2018
    Voto
    4
    Commenti
    1
  • Due grandi fortune
    La prima è quella di aver vissuto molte vite
    Pubblicata il:27/07/2019
    Voto
    5
    Commenti
    0
  • Grostè - Pietra Grande
    Costa fatica e non regala ricchezze materiali, perciò non è di moda. Ma nella vita c’è sempre un modo per guardare lontano.
    Pubblicata il:08/07/2020
    Voto
    5
    Commenti
    0
  • Il silenzio vero
    Non sai cos’è il silenzio finché non vai sulle cime.
    Pubblicata il:15/08/2020
    Voto
    5
    Commenti
    0
  • Il suo viso
    Il disegno degli zigomi era più nitido. I contorni delle labbra e la piega della bocca verso il basso seducenti.
    Pubblicata il:04/07/2018
    Voto
    5
    Commenti
    0
  • Incanti d'estate
    Erano le due e il paese ormai dormiva. Davanti allo specchio si passava lentamente il latte detergente sul viso, cercando di placare in una routine ripetitiva il tumulto di emozioni e sentimenti contrastanti che la stavano dilaniando.
    Pubblicata il:21/07/2021
    Commenti
    0
  • Incontri
    Un marito scelto presto, da ragazza. Anni intensi di condivisione ora si consumavano nei silenzi e nella distanza delle anime, come la fiammella di una candela alla fine. Ogni cosa sembrava allontanarli. L’intensità delle professioni,
    Pubblicata il:18/03/2021
    Voto
    5
    Commenti
    0
  • L' attenzione
    In mezzo a voragini di banalità, brillavano nei social alcune gemme tra paesaggi grigi e noiosi. Disarmanti sorrisi che nascondevano un dolore. Occhi pieni di energia e passione che rivelavano la voglia del prepotente ritorno alla vita.
    Pubblicata il:25/01/2023
    Commenti
    0
  • L' invito
    Indossava un vestito semplice. Niente preziosità. Solo raffinati ornamenti, perché la bellezza che intendeva esibire in quell’ incontro era interiore
    Pubblicata il:13/04/2023
    Voto
    5
    Commenti
    1
  • La battigia
    Sulla sabbia bagnata una donna vera..
    Si alzò, infiló un camicione, aprì la vetrata e si diresse sulla spiaggia...
    Pubblicata il:13/07/2013
    Commenti
    0
  • La cartolina
    Equivoci della tecnologia
    Racconto surreale degli equivoci in cui si può incorrere nell'era digitale.
    Pubblicata il:06/11/2021
    Voto
    5
    Commenti
    1
  • La forza di reagire
    Il dolore del distacco aveva scisso la sua vita in due. Una proseguiva nel mondo, forte e combattiva. L’altra rifuggiva la folla e si rintanava nel buio dell’anima
    Pubblicata il:13/05/2021
    Commenti
    0
  • La scogliera
    Il cuore in tempesta
    Non dormiva più da ore. Guardò fuori dall'ampia vetrata inglese, dietro la testata del letto di quella casa di legno con gli smalti e la vernice divorati dalla salsedine...
    Pubblicata il:13/01/2018
    Voto
    5
    Commenti
    2
  • Le parole che non ti ho detto
    Nella città ferma per l’epidemia, il rumore di fondo era scomparso. Le orecchie si riabituavano al silenzio, e dai balconi soleggiati si iniziavano a percepire suoni insoliti e distanti. Il pianto di un bambino nel caseggiato di fronte. I latrati d
    Pubblicata il:15/03/2020
    Voto
    5
    Commenti
    0
  • Lezioni di inglese
    Insegnando, apprendeva qualcosa di sé
    Le tre ore a settimana concordate per riabituarlo alla conversazione diventarono in breve il momento più atteso
    Pubblicata il:12/01/2018
    Voto
    5
    Commenti
    1
  • Libri di vetta
    Si erano messi in cammino a metà pomeriggio. L’idea era di arrivare al rifugio in tempo per la cena, andare a dormire presto e verso le sei del mattino iniziare l’avvicinamento alla parete. Il meteo dava bel tempo e non si vedevano rischi ...
    Pubblicata il:01/03/2020
    Voto
    5
    Commenti
    0
  • Linguaggi
    La distanza che la tavola imbandita frapponeva tra loro rifletteva l'oggettiva differenza di età. Ma la fiandra immacolata, i servizi pregiati, il cristallo luminoso dei calici e i candelabri accesi...
    Pubblicata il:30/10/2017
    Commenti
    0
  • Magie
    Tutti hanno momenti impressi nel cuore..
    Dal momento in cui l'aveva conosciuta, solo pochi giorni prima, si sentiva incamminato verso la gioia...
    Pubblicata il:17/06/2016
    Voto
    5
    Commenti
    0
  • Magma
    Due panche e un tavolo di legno sotto gli alberi accanto ad un piccolo cimitero sulle colline, tra i latrati di un cane lontano e il frinire delle cicale. Vi passava ore scrivendo freneticamente su un quaderno a righe.
    Pubblicata il:04/09/2021
    Voto
    5
    Commenti
    0
  • Mancanza
    A volte mi manchi così, come mettere un piede nel vuoto.
    Pubblicata il:04/11/2016
    Commenti
    0
  • Notti
    Avvolti nel buio silente, sfiniti si volgono al varco che apri imperiosa ogni notte, vincendo le ultime forze.
    Pubblicata il:20/07/2020
    Voto
    5
    Commenti
    0
  • Notti in Namibia
    L'immensitĂ  dell'universo parte da noi
    Più la osservava, e più quell’immensa cicatrice del firmamento gli sembrava una porta d’accesso per l’universo. La mente si spalancava alla luce. Le idee, che nel buio cittadino soffrivano costrette e confuse in spazi angusti, ora si distanziavano...
    Pubblicata il:26/10/2019
    Voto
    5
    Commenti
    0
  • Notti insonni
    Come la pioggia, evapora sulle braci ardenti e vola nel vento...
    Pubblicata il:25/10/2016
    Voto
    5
    Commenti
    0
  • Orbite notturne
    Le loro vite avevano ripreso ritmi diversi. Restava lo sconvolgimento dell'istante in cui le anime si erano passate accanto. L'impetuoso innalzarsi delle maree del cuore. Le parole che come onde gigantesche pervadevano le menti, penetrandole e
    Pubblicata il:13/09/2017
    Voto
    4
    Commenti
    0
  • Pensieri nella notte
    Ci sono notti in cui il cuore sprofonda in tunnel silenziosi e bui, dove scorrono torrenti di parole che vorresti raccogliere con le braccia, perché al mattino non ci saranno più, ma sono come l'acqua e non riesci a trattenerle. E sorvoli su un do...
    Pubblicata il:21/04/2017
    Voto
    5
    Commenti
    0
  • Recensioni: Bella del signore
    Bella del signore, Albert Cohen, 1968.
    Una storia d’amore... Lo è almeno quello di lei?...
    Pubblicata il:20/02/2014
    Commenti
    0
  • Recensioni: Cambiare l'acqua ai fiori
    Recensioni: Cambiare l’acqua ai fiori Valérie Perrin, edizioni e/o. Josephine Hart aveva scritto: chi ha subìto un danno è pericoloso, sa di poter sopravvivere. Valérie Perrin racconta le conseguenze del dolore dal cuore della protagonista. Un viag
    Pubblicata il:12/10/2021
    Commenti
    0
  • Recensioni: Di tutte le ricchezze
    Stefano Benni
    Il racconto di un amore finito, e dei rimpianti che lascia...
    Pubblicata il:20/02/2013
    Commenti
    0
  • Reparti dell'amore
    Nella vita, c’è chi trova un senso nella stabilità. Del luogo in cui vive, del lavoro, dell’amore, degli affetti. Il pensiero di essere circondato dalle cose che ama lo rassicura, e rappresenta le fondamenta su cui costruire il proprio futuro.
    Pubblicata il:01/11/2020
    Voto
    5
    Commenti
    0
  • Risveglio
    Le prime luci del mattino disegnavano i contorni della camera. Era sveglio e si muoveva piano, per lasciarla dormire
    Pubblicata il:16/11/2016
    Commenti
    0
  • Saper ascoltare il dolore
    aveva saputo riconoscere sé stessa nei luoghi dove il cuore non trova appigli e l'anima scivola nell'io più profondo...
    Pubblicata il:18/08/2016
    Commenti
    0
  • Sensualità
    Quando immagino la sensualità dell'amore, essa ha la luminosità dei tuoi occhi, la fragranza della tua voce, l'erotismo della piega delle tue labbra. Ha le piccole imperfezioni dei nostri corpi vissuti, proprio per questo ancora più belli e natu
    Pubblicata il:04/08/2021
    Voto
    5
    Commenti
    1
  • Sentieri
    Riconosceva i rifugi a distanza. Aveva imparato quando gli erano necessari e quando doveva proseguire. Altri, invece, erano sempre con sé.
    Pubblicata il:08/02/2021
    Commenti
    0
  • Silenziose presenze
    Le voci dei cari, i preparativi gioiosi, l’armonia della festa e della comunione rendevano ancora più presente e impetuosa nel cuore un’altra comunione, intima e segreta, inviolabile anche dagli affetti più stretti. Una nuova dimensione in cui scop
    Pubblicata il:24/12/2020
    Commenti
    0
  • Sulle vette
    Dolomiti del Brenta - Castelletto Inferiore, via lunga Kiene
    Dopo l'abbraccio col compagno di cordata...
    Pubblicata il:11/01/2012
    Voto
    4
    Commenti
    0
  • Tramonto sull’oceano atlantico
    Sera del 22 maggio
    All’orizzonte, una striscia di nuvole dove il sole muore...
    Pubblicata il:22/05/2022
    Commenti
    0
  • Un fiore nuovo da accudire
    Quando i miei occhi vedevano solo arido deserto, il tuo cuore fu un fiore nella sabbia. Il mio, acqua traboccante.
    Pubblicata il:21/04/2016
    Commenti
    0
  • Una voce che ci scopre e denuda
    Quale sete plachiamo quando incontriamo una voce che penetra la nostra anima e si addentra velocemente nei suoi più nascosti meandri come se ne avesse le chiavi
    Pubblicata il:10/12/2020
    Voto
    5
    Commenti
    0
  • Viaggi solitari
    Lunghi giorni di distanza, e ora potevano rivedersi. Lei chilometri di strada. Lui migliaia nel cuore, per ritrovarsi lontanissimo da dove era partito. Ne immaginava e desiderava la pelle e il respiro. Le parole e i racconti sarebbero diventati ve...
    Pubblicata il:09/08/2016
    Commenti
    0

Giorgio Alessandrini

Analista dati delle politiche per il lavoro per la Regione Emilia-Romagna. Ex funzionario amministrativo di INA-Assitalia, poi Generali. Appassionato delle vette e del mare; di emozioni; della vita. E di politica come strumento di risoluzione dei problemi reali.

© Giorgio Alessandrini 2017
powered by Infonet Srl Piacenza
Privacy Policy
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.
Maggiori informazioniOK
- A +